Fog in Venice

Visit website

“Non hai mai visto Venezia? Ma come, la gente arriva da tutto il mondo per vedere Venezia.”

11 Novembre

Essere su un treno ed aspettare, trepidanti, di approdare a Venezia, quell’ingorgo di bellezza luccicante sotto i raggi del sole di cui tutti ci hanno sempre parlato e noi non abbiamo mai visto. Arrivare a Venezia e accorgerci che qualcuno si è preoccupato che non ne facessimo un’abbuffata: la Nebbia.

 

 

Lei, con minuzia ha deciso di distillare per noi le cose da vedere

Ha ritagliato un ponte, una statua e le ha incollate su questo foglio lattaginoso, un po’ appiccicoso.

Siamo stati tre giorni inzuppati nel latte a Venezia, dopo un po' la vista si arrende.

“Questo bianco ci destabilizza, non siamo abituati, è come soffocare.

Anche i suoni si soffocano, le voci, filtrate, giocano a nascondino e gli odori son strani.”

 

Questo posto non lo conosciamo e a questa surrealtà non ci rimane che cedere.

“Faticando a mettere a fuoco all’infinito, ci si arrende all’immediato.

Dove vanno a finire quei piccioni?”

14 novembre.

Ora abbiamo paura di tornare a Venezia e non riconoscerla.